Piazza Affari in rosso, UniCredit continua a brillare

Piazza Affari in rosso, UniCredit continua a brillare

Chiusura di settimana con il segno meno per Piazza Affari, spaventata nel corso della seconda parte dalle indicazioni arrivate dagli Stati Uniti. Nel mese di novembre, l’inflazione della prima economia è passata, in linea con le stime, dal 6,2 al 6,8 per cento, il livello maggiore da 39 anni.

Con un contesto economico che chissà ancora per quanto tempo si troverà a fare i conti con il Covid, un irrigidimento delle politiche monetarie innescato dall’avanzata dei prezzi rappresenta uno scenario che non può non allarmare gli operatori. Ne sapremo di più a breve, visto che mercoledì prossimo è in calendario il meeting della Federal Reserve. Sul Ftse Mib, che si è fermato a 26.721,98 punti (-0,36%), le performance migliori sono state registrate da DiaSorin (+1,12%, produce test per rilevare gli anticorpi da Covid), Inwit (0,99%, visto il coinvolgimento nell’affare Tim) e UniCredit (+0,59%, che ieri ha presentato un piano che ha riscosso un apprezzamento generalizzato da parte degli operatori). Debole Telecom Italia (-0,11%), ancora alle prese con i rumor di un nuovo profit warning. Sul fondo del paniere delle blue chip troviamo Banco Bpm e Bper Banca (-1,52% e -0,74%), Ferrari (-1,55%) e Moncler (-1,14%). Nel corso della mattina il Ministero dell’Economia ha collocato Bot a 12 mesi per 6 miliardi di euro. Il rendimento è salito di 7 centesimi al -0,467% mentre la domanda ha superato l’offerta di 1,29 volte. Chiusura in calo per lo spread Btp-Bund a 130 punti base, tre punti percentuali in meno rispetto al dato precedente. (in collaborazione con money.it).


Source link

Piazza Affari in rosso, UniCredit continua a brillare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
error: Content is protected !!