Milano chiude positiva, lettera su Terna

Milano chiude positiva, lettera su Terna

Le nuove stime del Fondo monetario, che ha rivisto al rialzo la view sull’economia globale, permettono alle borse europee di consolidare i guadagni. Già positivi in scia dei nuovi record registrati in avvio di settimana dai mercati azionari USA, i listini del Vecchio continente hanno capitalizzato l’ottimismo in arrivo da Washington, dove gli esperti del Fmi stimano per il 2021 un incremento del Pil globale di 6 punti percentuali.

Indicazioni positive anche per il nostro Paese, che nell’anno corrente dovrebbe registrare un aumento della ricchezza prodotta del 4%, un punto percentuale in più rispetto alla stima precedente. Sul Ftse Mib, che si è fermato a 24.761,12 punti (+0,21%), spiccano gli acquisti su Leonardo e CNH Industrial, in rialzo rispettivamente dell’1,65 e dell’1,66 per cento. Giornata di guadagni anche per Inwit (+2,93%, top performer del paniere principale), Campari (+1,82%) e Diasorin (+1,97%). Quest’ultima ha annunciato una collaborazione strategica con Lumos Diagnostics, azienda specializzata nella diagnostica POC (Point-Of-Care). “Tale collaborazione -riporta la nota della società- permetterà a DiaSorin di lanciare il Liaison IQ, la nuova piattaforma immunodiagnostica POC portatile e in grado di connettersi al cloud, insieme ad un test per l’identificazione degli anticorpi IgG specifici contro il SARS-CoV-2 in campioni di sangue capillare che sarà seguito da un test dell’antigene per diagnosticare il COVID-19 tramite tampone nasale”.Comparto bancario sottotono dopo la notizia della maxi-svalutazione da 4,4 miliardi di franchi annunciata dal Credit Suisse: UniCredit ha terminato con un -0,07% e Intesa Sanpaolo con un -0,65%. Tra i bancari, meno 1,86% del Credito Valtellinese (che ha chiuso a 12,15 euro) dopo che il Sole 24 Ore ha riportato che il 25-30 per cento dell’azionario sarebbe contrario all’Opa lanciata dai francesi del Credit Agricole a 10,5 euro per azione.Nel comparto delle aziende di pubblica utilità giornata in denaro per Enel (+1,41%) ed Hera (+1,29%) mentre Terna ha segnato un -3,15% dopo i rumor sul mancato inserimento nell’S&P Global Clean Energy Index. Per quanto riguarda il comparto di titoli di Stato, lo spread Btp Bund è salito fino a 101 punti percentuali, oltre il 6% in più rispetto al dato precedente. (in collaborazione con money.it).


Source link

Milano chiude positiva, lettera su Terna
Scroll to top
error: Content is protected !!