Ftse Mib positivo in chiusura di settimana

Ftse Mib positivo in chiusura di settimana

Chiusura di settimana con il segno più per le borse europee, spinte dalla volontà di collaborazione tra Stati Uniti e Unione europea emersa dal Consiglio UE in tema di vaccini. La speranza di un’accelerazione della campagna vaccinale ha così fatto passare in secondo piano la crescita dei contagi ed i nuovi lockdown in varie parti d’Europa. Buone nuove sono arrivate anche dall’indice tedesco Ifo, salito da 92,7 a 96,6 punti.

A Piazza Affari la ripresa del greggio, il future con consegna giugno quota in rialzo del 3,7% a 64,1 dollari al barile, ha spinto il comparto energetico con Tenaris che ha terminato con un +3,64%, Saipem che ha segnato un +1,35% ed Eni che nell’ultima seduta della settimana ha chiuso con un +1,19%.
Una delle performance migliori all’interno del Ftse Mib, che ha terminato con un +0,72% a 24.393,26 punti, è stata registrata da Telecom Italia (+3,48%). Denaro anche su STMicroelectronics (+2,57%) e Atlantia (+1,62%).

Tra le aziende di pubblica utilità acquisti su Hera e Terna (+1,4 e +1,31%) mentre Enel ed A2A hanno chiuso poco mosse (-0,18 e +0,16%). Di poco sopra la parità Generali (+0,59%) dopo che Aviva ha annunciato di aver raggiunto un accordo per la vendita di Aviva Poland ad Allianz per 2,5 miliardi (il Leone di Trieste era tra i papabili all’acquisto degli asset polacchi).
Incremento dello 0,31% per per Exor che ha chiuso il 2020 con un rosso di 30 milioni di euro, contro gli oltre 3 miliardi di utile del 2019. All’assemblea sarà proposto un dividendo di 0,43 euro per azione, invariato rispetto allo scorso esercizio.
Per quanto riguarda l’obbligazionario, lo spread Btp-Bund non ha fatto registrare variazioni di rilievo a 96 punti base nel giorno in cui il Ministero dell’economia ha collocato 6 miliardi di Bot semestrali al -0,486% (In collaborazione con money.it).


Source link

Ftse Mib positivo in chiusura di settimana
Scroll to top
error: Content is protected !!